Martino

logo Pugliese, dal 2000 vive e lavora a Fasano (Br) suo luogo di nascita. Dal 1987 alla fine degli anni ’90 Milano è stata la sua casa, sono gli anni formativi presso la Facoltà di Architettura del Politecnico, e di grande partecipazione agli eventi culturali più importanti della città.
Svolge studi alla Arkitektskolen Aarhus in Danimarca, fra il 1991 e il 1992, è un’esperienza significativa nell’ambito del design e della comunicazione visiva. L’intimismo della cultura nordica lo affascina, ne coglie il mood, viaggiando fra Svezia, Norvegia e Germania.
Lascia il Politecnico di Milano con il titolo di Architetto nel 1996.
Nel 1999 il rientro in Puglia, imprevisto. Della sua terra d’origine riscopre il paesaggio, l’architettura, l’arte, la storia e le tradizioni millenarie, che rivivono nei suoi lavori mescolandosi alle più moderne suggestioni metropolitane di cui è intrisa la sua formazione.E’ nelle metropoli in cui a cicli risiede da viaggiatore o per lavoro che il suo spirito indomito si ricarica, ma ritualmente è ricondotto là dove vivono le sue radici.
Punti forte del suo successo professionale sono l’intuizione, l’idea, il pensiero progettuale uniti al “fare” nella produzione di ciò che felicemente lo fanno chiamare architetto, artigiano, designer, artista.
Ogni sua creazione ha molteplici muse ispiratrici distintive di un’attività che fonde stile di vita e lavoro sotto un’unica etica: amore per la vita.
Nel 2001 insieme a Luigi de Palma allestisce “Open LOFT”. E’ il proprio luogo di lavoro, lo studio di architettura, il laboratorio di idee in cui si modellano spazi e oggetti, con la solidarietà creativa dei committenti e la visione condivisa che è estetico tutto ciò che è fruibile in modo poetico.